L'#ambiguità

🤣L’AMBIGUITA’


Se osservo che un certo comportamento mi fa soffrire, la prima azione da fare è mettermi in condizioni di incertezza, osservare il meccanismo e riconoscerlo. Tutte le volte che mi fermo ed osservo inizio ad allenarmi.


Si farà avanti l’ambiguità intesa come “questa cosa può essere in questo modo ma può anche essere in un altro”.


Per cui, come ho pensato ed interpretato la situazione, potrebbe non essere così.


Se invece riaffermo che “è così come dico io” entro di nuovo nel gioco dell’emisfero sinistro.


Mettendo in dubbio, proseguo invece il processo di SQ Leadership attraverso il ragionamento analogico che lavora per analogie, metafore, similitudini.


La prima domanda da farsi è proprio: cosa mi ricorda questa situazione?


La risposta è nell’emozione che sento nel corpo. Cerco di capire il punto esatto in cui la sento nel corpo e vado indietro nel tempo, a quando ho provato quella rabbia, paura, senso di impotenza ecc. per la prima volta.


L’emisfero destro è la memoria a lungo termine e lavora con le immagini, sarà grazie a lui che ci verrà in mente un’immagine associata al momento in cui quello schema si è generato.


Solo guardando la vecchia credenza la credenza collassa.


La fisica quantistica afferma che l’osservatore è in grado di creare la rottura dello schema mentale.


🧿Per cui diventi testimone di te tesso che guardi il tuo corpo: guardati dentro, guarda l’emozione e dove la provi nel corpo e per logica se lo stai guardando vuol dire che non sei tu.


#mtlogos

#sqleadership

#teamwork



3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti